INTRASTAT

Lo scopo delle applicazioni relative all'INTRASTAT è quello di creare gli archivi contenenti i dati che saranno poi riportati sui modelli INTRASTAT relativi alla dichiarazione congiunta di acquisti e cessioni intracomunitarie di beni e che verranno utilizzati per la generazione dei dati da presentare all’Amministrazione finanziaria su supporti magnetici.

 

L'inserimento delle informazioni necessarie per la stesura di tali moduli può avvenire in diversi modi.

 

 

·         Inserimento manuale (Gestione INTRASTAT).

·         Inserimento manuale dei dati, dai quali generare il file(Manutenzione modulo INTRASTAT).

·         Generazione da prima nota ed integrazione delle informazioni mancanti. (registrazioni effettuate con causali di prima nota con attivo il flag Creaz. Intra).

·         Generazione da documenti e completamento dati mancanti (Gestione INTRASTAT).

 

L’eliminazione del documento o del movimento di prima nota non comporta la cancellazione della registrazione  nell'archivio INTRASTAT.

 

Gestione INTRASTAT

Nel dettaglio delle righe devono essere memorizzati i codici di nomenclatura CEE utilizzati in quantità e importo; per la traduzione da valuta a valuta di competenza viene in aiuto il cambio memorizzato in intestazione: il cambio comunque non serve poi nelle stampe.

 

Il valore statistico CEE non deve essere uguale al valore importo della riga. Può essere minore o maggiore a seconda che le spese di trasporto siano a carico o meno dell’intestatario del documento.

 

Il valore statistico proposto, in caso di inserimento manuale o da prima nota, differisce dall’importo di riga per la percentuale memorizzata nel profilo Costanti al campo VALSTAT.

 

In caso di inserimento da Genera INTRASTAT viene assegnato, se esistente, il valore statistico associato al codice di nomenclatura memorizzato in anagrafica articolo; altrimenti viene considerata la percentuale memorizzata nella tabella Costanti.

 

·         Se il valore statistico esiste in anagrafica articoli: importo competenza + [Importo competenza - (valore statistico dell’anagrafica articoli * quantità)].

·         Se il valore statistico non esistente in anagrafica articoli: importo competenza + (importo competenza * valore statistico della tabella costanti).

 

I dati inseriti in questa applicazione verranno successivamente raggruppati.

 

L'accesso alla funzione è possibile oltre che dal menù Contabilità, INTRASTAT anche dalla gestione di prima nota per le causali che lo prevedono (flag Creaz. intra attivato).

 


 

Generale

Prog.Intra.: numerazione interna progressiva assegnata dall’applicativo (formato da anno di quattro cifre + numero di sequenza).

Dt. INTRASTAT: data del movimento e di riferimento per le stampe.

Rettifica: tale flag è da attivare se la registrazione va a modificare delle dichiarazioni già stampate relative ad un periodo precedente ed errate. L’errore più comune consiste solitamente nell’indicare quantità o importi sbagliati.

Cod. cliente/fornitore: codice cliente / fornitore relativo alla transizione INTRASTAT.

Cli/for: abilitando il flag viene gestito il movimento cliente.

Valuta: se è stata eseguita l’operazione Genera INTRASTAT viene inserita la sigla valuta della nazione di destinazione merce del documento; se questa funzione viene attivata durante l’inserimento di registrazioni di prima nota la sigla valuta deve essere modificata secondo i dati del documento contabile.

Cambio: cambio della valuta estera rispetto all’euro.

II^cambio: cambio dell’euro rispetto alla valuta di competenza.

Regime CEE: codice di regime statistico CEE.

Cod. CEE: indicare il codice corrispondente alla natura della transizione.

Resa: tipo di consegna.

Mod. trasp.: modalità di trasporto della merce. Indicare il codice corrispondente al modo di trasporto a seguito di introduzione o uscita di merce dall’Italia.

Cond.consegna: codice CEE per condizioni di consegna.

Franco partenza: se il flag è abilitato permette di considerare le spese di trasporto a carico del mittente, altrimenti a carico del destinatario.

 

Informazioni dettagliate

#: numero di riga.

Nom. combin.: codice nomenclatura combinata dell’articolo. Vedi tabella Nomenclatura CEE.

+/-: segno dell’operazione. Più per fatture, meno per note di accredito.

Importo: valore di competenza.

Importo val.: valore in valuta straniera.

Peso netto: peso netto. Il dato è ottenuto nel seguente modo: peso netto memorizzato nell'anagrafica articolo moltiplicato la quantità di riga del documento.

Quantità: quantità totale dell’articolo.

Valore statistico: valore statistico totale dell’articolo. In caso di inserimento manuale o da prima nota tale valore viene calcolato incrementando o decrementando il valore di competenza della percentuale memorizzata nel profilo Costanti alla voce VALSTAT a seconda che le spese di trasporto siano a carico del mittente o del destinatario (flag Franco partenza). Nell'ipotesi di inserimento da Genera INTRASTAT viene assegnato, se esistente, il valore statistico associato al codice di nomenclatura.

 

Altro

Tipo doc.: tipo di documento che genera la transizione.

Data interna: data interna del documento.

N.interno: numero interno del documento.

Data reg.zione: data di registrazione in prima nota del documento.

N.reg.zione: numero di registrazione in prima nota.

Nazione di prov. / dest. / origine: sigla nazione di provenienza / destinazione / origine della merce.

Prov. di dest. / origine: sigla provincia di destinazione / origine della merce.

Periodo rifer.: data o periodo di riferimento relativo ad un’eventuale rettifica.

Nazione: sigla nazione CEE.

Cod. IVA CEE: codice IVA CEE.

Cod. CEE: codice corrispondente alla natura della transizione.


 

Genera INTRASTAT

Questa funzione esamina tutti i documenti emessi e ricevuti con attivo il flag INTRASTAT riportando i dati ad esso relativi nell’apposito archivio Gestione INTRASTAT.

 

Per l'inserimento di tali informazioni vengono considerati solamente i documenti contabilizzabili con lo stato di Pronto per contabilità, il flag INTRASTAT attivo e le righe di tipo articolo che hanno un codice di nomenclatura CEE. Il valore statistico assegnato è quello presente nell'anagrafica articoli.

 

Viene creato un progressivo movimento per ogni documento e considerata la data interna del documento; nel dettaglio vengono riportate le singole righe di tipo articolo e di tipo omaggio presenti nel documento senza alcun raggruppamento.

 

Le note di accredito vengono inserite con il segno negativo, possibili rettifiche a dichiarazioni precedenti vanno gestite manualmente da Gestione INTRASTAT attivando il flag Rettifica.

 

Eventuali modifiche devono essere eseguite da Gestione INTRASTAT. E' possibile effettuare tali variazioni  manualmente oppure è necessario annullare i dati, modificare il documento di origine e rieseguire Genera INTRASTAT (che verrà effettuato solamente per i documenti non presenti in

archivio).

 

Generale

Da Data/A Data documento: data di inizio e fine selezione del documento. Viene considerata la data di protocollo assegnata al documento.

Da N./A N. documento: numero di inizio e fine selezione del documento. Viene considerato il numero di protocollo assegnato al documento.

Tipo documento: contiene l'elenco dei documenti emessi e ricevuti contabilizzabili (stabiliti nella tabella Modelli documenti) e permette la selezione del tipo di documento di cui si intende generare i dati INTRASTAT.

Cod. nome: codice nome (cliente o fornitore) di cui si intendono creare i dati INTRASTAT.

Azzera INTRASTAT

Questa funzione esegue l'azzeramento delle informazioni INTRASTAT con la selezione della data. I movimenti eliminati non saranno più recuperabili; si raccomanda quindi di porre attenzione prima di eseguire tale elaborazione.

Stampa movimenti INTRASTAT

Con questa funzione vengono stampati i movimenti del periodo selezionato, senza però raggruppare i dati necessari per la modulistica. La stampa serve di controllo su quanto fatto.

 

Generale

Cli/for: attivando il flag le selezioni vengono effettuate sui clienti , in caso contrario sui fornitori.

Da Dt.intrastat/A Dt.intrastat: data movimento di inizio e fine selezione.

Da Cod. cliente/fornitore - A Cod. cliente/fornitore: codice cliente/fornitore di inizio e fine selezione.

 

Crea modulo INTRASTAT

L’applicazione consente la generazione dei dati che saranno utilizzati per la stampa delle informazioni da riportare nei modelli INTRASTAT e per la generazione dei files.

 

I dati vengono prelevati dall’archivio Gestione INTRASTAT, raggruppati secondo le modalità prestabilite e variabili a seconda che si tratti di clienti o fornitori. La funzione può essere eseguita più volte anche dopo che è stato generato il file.


 

Manutenzione modulo INTRASTAT

Questo archivio contiene tutte le informazioni raggruppate secondo le modalità prestabilite da riportare negli elenchi INTRASTAT e da utilizzare per la creazione dei files. Ogni modulo assume un progressivo così composto:

 

·         esercizio + 0 + numero del periodo di riferimento per gli acquisti;

·         esercizio + 1 + numero del periodo di riferimento per le vendite.

 

I dati generati a partire dal contenuto dell’archivio Gestione INTRASTAT possono essere modificati o integrati con interventi da parte dell’utente. Le informazioni visualizzate nella sezione 1 variano a seconda che il modello in selezione

sia relativo alle Cessioni oppure agli Acquisti intracomunitari.

 

In ciascuna riga di dettaglio sono riepilogate, sommando gli elementi quantitativi e di valore richiesti, le cessioni che presentano le stesse caratteristiche, cioè codice identificativo IVA dell'acquirente, natura della transazione, nomenclatura combinata, condizioni di consegna, modo di trasporto, paese di destinazione e provincia di origine. Nella dichiarazione mensile delle cessioni devono essere compilate tutte le colonne; nei moduli delle dichiarazione trimestrale ed annuale devono essere compilate le colonne dalla 1 (uno) alla 4 (quattro).

 

Le righe di dettaglio degli acquisti sono riepilogate, sommando gli elementi quantitativi e di valore richiesti, che presentano le stesse caratteristiche, cioè codice di identificazione IVA del fornitore, natura della transazione, nomenclatura combinata, condizioni di consegna, modo di trasporto, paese di provenienza, paese di origine e provincia di destinazione. Nella dichiarazione mensile degli acquisti devono essere compilate tutte le colonne; nei moduli delle dichiarazione trimestrale ed annuale devono essere compilate le colonne dalla 1 (uno) alla 5 (cinque).

 

Generale

Cli/for: il flag è attivo in caso di riepilogo relativo a clienti.

Anno: anno di riferimento.

Periodo: periodo relativo ai dati INTRASTAT.

Liquidazione: M per liquidazione Mensile, T per liquidazione trimestrale. L’informazione viene prelevata dal dettaglio ditta.

I^ presentaz.: attivare il flag nel caso non siano stati presentati in precedenza elenchi riepilogativi (Mod. INTRA-1 od INTRA-2).

Variaz.p.IVA: attivare il flag in caso di cessazione di attività ovvero di variazione della partita IVA.

Altro

Progressivo: numero progressivo dell’elenco. L’informazione viene assegnata con la funzione Crea dischetto INTRASTAT.

P. IVA: numero di partita IVA del presentatore.

Nome file: nome assegnato al file generato con la funzione Crea dischetto INTRASTAT. Deve essere SCAMBI.CEE.

Partita IVA / Ragione sociale: numero di partita IVA e descrizione della ragione sociale del soggetto delegato.

Indirizzo / CAP / Comune / Provincia: indirizzo,  codice di avviamento postale, Comune e provincia del soggetto delegato.

Telefono: numero di telefono del soggetto delegato.

Tot.pag.sez.1: numero totale di pagine che compongono l’elenco relativo alla sezione 1.

L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma durante con la funzione Creazione modulo INTRASTAT.

 


 

Tot.righe sez.1: numero totale delle righe di dettaglio della sezione 1.

L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma durante con la funzione Creazione modulo INTRASTAT. Nel caso vengano cancellate righe nella sezione 1 è necessario eseguire la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

 

Tot.Euro sez.1: ammontare complessivo in Euro delle operazioni relative alla sezione 1.

L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma con la funzione Creazione modulo INTRASTAT. Nel caso vengano modificati dei dati nella sezione 1 è necessario eseguire la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

 

Tot.pag.sez.2: numero totale di pagine che compongono l’elenco riferito alla sezione 2 relativa alla

rettifiche. L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma durante con la funzione Creazione modulo INTRASTAT.

 

Tot.righe sez.2: numero totale delle righe di dettaglio della sezione 2 relativa alle rettifiche.

L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma con la funzione Creazione modulo INTRASTAT. Nel caso vengano cancellate righe nella sezione 2 è necessario eseguire la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

 

Tot.Euro sez.2: ammontare complessivo in Euro delle operazioni relative alla sezione 2.

L’informazione viene calcolata automaticamente dal programma con la funzione Creazione modulo INTRASTAT. Nel caso vengano modificati dei dati nella sezione 2 è necessario eseguire la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

 

 

Sezione 1

Riga: numero progressivo di riga. Se si aggiungono o cancellano delle righe è necessario ricalcolare la numerazione tramite la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

Cod. ISO: codice ISO dello stato membro dell’acquirente o del fornitore.

Cod. IVA CEE: codice IVA dell’acquirente o del fornitore.

Importo Euro: ammontare delle operazioni in euro. L'importo deve essere arrotondato all'euro.

Importo valuta: ammontare delle operazioni in valuta. L'importo deve essere arrotondato all'unità.

Cod. CEE: codice della natura della transizione.

Nom. combin.: codice della nomenclatura combinata della merce.

Peso netto: massa netta in chilogrammi. L'importo deve essere arrotondato all'unità.

Quantità: unità supplementari o quantità espressa nell’unità di misura supplementare. L'importo deve essere arrotondato all'unità.

Valore statistico: valore statistico in euro. L'importo deve essere arrotondato all'euro.

Cond. consegna: codice delle condizioni di consegna.

Mod. trasp.: codice del modo di trasporto.

ISO provincia: codice ISO della provincia di destinazione della merce.

ISO origine: codice ISO della provincia di origine della merce

Prov. di dest.: sigla della provincia di destinazione della merce.

ISO dest.: sigla ISO della nazione di destinazione.

Prov. di origine: sigla della provincia di destinazione della merce.

 

Sezione 2

Cod. ditta: codice ditta di riferimento.

Sigla modello: sigla del modello.

Riga: numero di riga. Se si aggiungono o cancellano delle righe è necessario ricalcolare la numerazione tramite la funzione Ricalcola dal menù Operazioni.

Mese: mese di riferimento della rettifica.

Trimestre: trimestre di riferimento della rettifica.

Anno: anno di riferimento della rettifica.

Cod. ISO: codice ISO dello stato membro dell'acquirente o del fornitore.

Cod. IVA CEE: codice IVA dello stato membro dell'acquirente o del fornitore.

Segno: segno della variazione contabile.

Importo EURO: ammontare delle operazioni in euro. L'importo deve essere arrotondato all'euro.

Importo Valuta: ammontare delle operazioni in valuta. L'importo deve essere arrotondato all'unità.

Cod. CEE: codice della natura della transazione.

Nom. combin.: codice della nomenclatura combinata della merce.

Valore statistico: valore statistico in euro. L'importo deve essere arrotondato all'euro.


 

Stampa modulo INTRASTAT

Consente di stampare le informazioni INTRASTAT secondo i modelli stabiliti dal Ministero delle Finanze.

Crea dischetto INTRASTAT

Questa funzione permette di generare il file (creato secondo il formato prestabilito) da inviare al Ministero delle Finanze contenente le informazioni relative agli acquisti ed alle cessioni intracomunitarie di beni nonché relative rettifiche.

 

Nel file generato è possibile includere uno o più modelli anche appartenenti a ditte diverse a seconda delle esigenze dell’utente. I modelli disponibili sono quelli presenti nella funzione Manutenzione modulo INTRASTAT individuabili da una sigla modello.

 

Tramite il pulsante Nome file è possibile scegliere la destinazione del file da generare; il nome deve

essere: SCAMBI.CEE.

Sequenza operazioni gestione INTRASTAT

 

·         Inserimento anagrafica INTRASTAT manualmente (Gestione INTRASTAT), con un movimento di prima nota o da documenti (Genera INTRASTAT)

·         Stampa movimenti INTRASTAT per controllare i movimenti memorizzati

·         Creazione del modulo INTRASTAT.

·         Verifica del modulo creato ed eventualmente aggiornamento dei dati mancanti (Manutenzione modulo INTRASTAT).

·         Stampa del modulo.

·         Creazione dischetto.