Argomenti più utili Fattura Elettronica Split Payment Reverse Charge Dichiarazione Intento Comunicazione fatture - Spesometro Anagrafica Articoli Anagrafica Clienti Fornitori Flusso Documenti Operazioni Su Documenti Note Documenti Storico Condizioni Vendita Acquisto Allegati Digitali Schedulazione Processi Configurazione Agenti Generazione Listino E Specializzazioni Struttura Listini Struttura Listini Fornitori Struttura Listini Interni Struttura Promozioni Omaggi Prima Nota Comunicazioni Importazione Anagrafiche Excel Importazione Documenti Excel Rifatturazione Documenti Varianti Articolo Condizioni Pagamento Trend Di Magazzino Altri argomenti Addebito Spese Bollo Allineamento Dati Clienti Anagrafica Personale Anagrafiche Aperture Chiusure Contabili Aperture Magazzino Articolo62 Assegnazione Piano Conti Associazione Nuovi Report Attributi Aggiuntivi Tabelle Banche Black List2013 Catalogo Stampe Cespiti Chiusura Documenti Compensazioni Partite C O N A I Configurazione Agenti Portale Configurazione Documenti Configurazione Posizioni Finanziarie Configurazione Prezzi Configurazione Sconti Configurazione Utenti Interni Consulta Modifica Listini Contabilizzazione Documenti Contabilizzazione Incassi Pagamenti Contratti Acquisto Contratti Provvigione Contratti Vendita Controllo Totalizzatori Contro Partite Copia Documenti Crea E Registra Fatture Fornitore Data Condizioni Di Vendita Data Consegna Data Spedizione Data Inizio Fine Uso Anagrafiche Distinta Banca Documenti I Prezzi V A Inclusa Documenti Ricorsivi Ecommerce Esportazione Importazione Provvigioni Etichette G S1128 Fido Formati Numerici Generazione assortimenti Generazione Listini Fornitori Generazione Listini Interni Generazione Scadenze Google Calendar Importazione Listini Excel Importazione Prima Nota Import Export Articoli Cliente Excel Incassi Pagamenti Inserimento Guidato Prima Nota Inserimento Multiplo Scadenze Fornitori Insoluti I N T R A S T A T Inventario P D A I V A Sospensione Kit Lavori Lifo Fifo Liquidazione I V A Listini In Valuta Manutenzione Agenti In Anagrafica Clienti Manutenzione Agenti Su Documenti Manutenzione Scadenze Modifica Codice Piano Conti Monitoraggio Validazione Spedizioni Movimenti Associati Nazioni Nota Accredito Finanziaria Note Clienti Packing Pallettizzazione Partite Per Iniziare G L180 Business Piano Dei Conti Predefiniti Premi Fine Anno Procedure Su Dettaglio Listini Profili Creazione Documenti Condizioni Vendita Proposta Provvigione Agente Protocolli Quick Pay Raggruppamenti Fatturazione Ragg Statistici Clienti Redditività Registra Incassi Pagamenti Registra Incassi Pagamenti Combinati Ricalcola Condizioni Di Vendita Rinnovo Listini Ritenute Acconto Sales Force Sales Force Sede Scadenze Manuali Scala Sconti Combinata S S C Scheda Cliente Sostituzione Componenti Distinta Base Spedizioni Spese Trasporto Spesometro Spesometro2012 Spesometro2013 Stampa Anomalie Provvigioni Stampa Clienti Assegnati Ad Agenti Stampa Configurazione Listini Stampa Definitiva Documenti Stampa Differenze Clienti Stampa Disponibilita Stampa Elenco Clienti Agenti Stato Documenti Totali Documenti Generatori Trasferimento Merce

Gestione Cespiti

Con il termine ammortamento viene indicato quel procedimento tecnico contabile con il quale i costi pluriennali vengono ripartiti tra gli esercizi di vita utile delle immobilizzazioni cui si riferiscono. La gestione dei cespiti permette la memorizzazione dei beni materiali e immateriali ammortizzabili, il calcolo automatico delle quote di ammortamento, la contabilizzazione di tali movimenti in prima nota e la stampa dei registri.

 

Gli archivi coinvolti nella gestione dei cespiti sono:

 

·         Coefficienti ammortamento

·         Causali ammortamento

·         Categorie ammortamento

·         Causali di contabilizzazione (Collegamento cespiti/contabilità)

 

 

 

 

Anagrafica Cespite

I dati contenuti in questa funzione forniscono informazioni precise sullo stato di un cespite in ogni momento. In essa sono contenuti i dati anagrafici, le indicazioni di riferimento ai documenti, la movimentazione ed eventuali progressivi di storico.

Le informazioni relative ai movimenti possono essere inserite manualmente dall’utente oppure, se si tratta di movimenti di calcolo ammortamento, possono essere generate automaticamente tramite l’apposita funzione Genera ammortamento.

I dati relativi allo storico possono essere inseriti manualmente dall’utente per continuare una gestione già iniziata oppure aggiornati tramite l’apposita funzione per congelare una determinata situazione. I valori calcolati con i movimenti avranno come base di partenza i valori di storico.

E’ possibile accedere a questa funzione anche direttamente dalla gestione di prima nota, qualora la causale utilizzata per la registrazione del movimento abbia attivo il flag Cespite.

Le informazioni sono suddivise a seconda della tipologia in diverse etichette.

 

Generale

Codice e Descrizione cespite: codice (alfanumerico) del cespite e descrizione.

Categ.amm.: sigla della categoria di ammortamento di appartenenza del cespite.

Immat.: flag solo di visualizzazione, se attivo indica che il bene è di tipo immateriale (viene impostato sulla categoria del cespite).

Rif. Cespite e Descrizione: è il codice cespite di riferimento da usare nelle stampe; viene proposto il codice del cespite in inserimento, il dato è modificabile in qualsiasi momento con un cespite esistente. In questo modo quando viene eseguita una stampa è possibile richiedere l’ordinamento per il codice di riferimento: viene riportato per primo il codice di riferimento e di seguito i cespiti che hanno questo come collegamento.

Tipo acquisto: Nuovo, Usato. Se il tipo di acquisto è Usato, il bene può avere l’ammortamento anticipato solo per il primo anno.

Val.amm.bile: valore ammortizzabile.

Può essere specificato durante l’inserimento manuale del cespite; oppure alimentato automaticamente se il cespite viene inserito a partire dalla registrazione di prima nota.

Il valore è inseribile/modificabile fino a quando non esistono movimenti civilistici o fiscali.

% manutenz.: aliquota di manutenzione per valutazioni. Informazione non gestita.

Data / N. documento: data ufficiale e numero di emissione del documento.

Data / N reg.zione: data di registrazione e numero in prima nota del documento.

Cod. fornitore: codice identificativo del fornitore presso il quale è stato acquistato il bene.

Tot. documento: importo totale del documento.

IVA / IVA n.d.: importo IVA ed importo IVA non detraibile.

Val. acquisto: valore di acquisto del bene.

Oneri: spese ed oneri relativi al cespite.

Val.iniziale: valore iniziale del bene.

 

Dettaglio ammortamento civilistico/fiscale

Coeff.amm.: percentuale di ammortamento del bene (coefficiente ordinario).

Inizio amm.: data di effettivo utilizzo del bene, considerata per il calcolo dell’ammortamento.

% ridotto: percentuale di riduzione da applicare al coefficiente ordinario di ammortamento in caso di ammortamento ridotto.

Descr. causale: tipologia di ammortamento da applicare per il calcolo delle quote. Può essere:

·         Ordinario: viene applicato l’intero coefficiente di ammortamento (diviso due il primo anno).

·         Anticipato: può essere applicato un ammortamento anticipato qualora esista una più intensa utilizzazione del bene, ciò comporta

·         l’elevazione della misura massima consentita dalla tabella ministeriale fino a due volte per l’esercizio in cui il bene è entrato in funzione e per i due successivi.

·         Ridotto: se esiste un minor utilizzo del cespite è possibile applicare un ammortamento in forma ridotta rispetto alle aliquote previste. La riduzione è possibile fino alla metà del coefficiente ordinario.

% ded.fiscale: percentuale deducibile fiscalmente.

% riduz. 1anno: percentuale di riduzione per il calcolo dell’ammortamento del primo anno da applicare al coefficiente ordinario.

Deduz.integr.: attiva la deduzione integrale per beni inferiori al milione.

% aum.ant.: eventuale percentuale di aumento da applicare al coefficiente ordinario di ammortamento in caso di ammortamento anticipato.

Max antic.: numero massimo di anni a cui è applicabile l’ammortamento anticipato.

Estinto: è lo stato del bene. Può essere: Utilizzato, Estinto o Ceduto.

NO stampa: l'attivazione del flag permette di non stampare il cespite nelle funzioni di stampa.

 

Movimenti civilistici/fiscali

Ogni movimento ha una causale che attesta cosa fa la registrazione e che cosa viene fatto dell’importo.

I movimenti di ammortamento possono essere generati automaticamente dall’apposita funzione oppure possono essere inseriti in questa pagina; tutte le altre tipologie di movimento (vendita, rivalutazione, svalutazione ecc) devono essere inserite manualmente dall’operatore.

Data cespite / N.mov.cespite: data e numero del movimento.

Competenza: anno di competenza contabile.

Caus.amm. / Descrizione: sigla causale di ammortamento e descrizione.

Coeff.amm.: coefficiente di ammortamento spettante.

Val.ammortm.: importo della quota di ammortamento calcolato in base alle percentuali contenute nelle tabelle.

%amm.calc.: coefficiente di ammortamento applicato per il calcolo della quota.

Importo: importo della quota di ammortamento.

Costo non amm.: valore non ammortizzabile. E’ possibile avere importi di questo tipo quando viene utilizzata una aliquota di calcolo al di sotto del minimo consentito.

Deduz.fiscale: importo relativo alla deduzione fiscale.

Data reg.zione / N.reg.zione: data e numero con il quale è stato registrato il movimento in prima nota.

 

 

Storico civilistico/fiscale

Data storico: è la data di aggiornamento dei valori di storico. Viene aggiornata automaticamente con l’esecuzione della funzione Manutenzione movimenti cespiti: Aggiorna storico.

F.do ordinario: importo storico relativo al fondo ammortamento ordinario.

F.do anticipato: importo storico relativo al fondo ammortamento anticipato.

Anni storico ant.: numero di anni per i quali è già stato effettuato l'ammortamento anticipato.

F.do ridotto: importo storico relativo al fondo ammortamento ridotto.

Rivalutazioni: importo storico relativo alle rivalutazioni.

Inc. val. amm.le: importo storico relativo agli incrementi di valore ammortizzabile.

Svalutazioni: importo storico relativo alle svalutazioni.

Dec. val. amm.le: importo storico relativo ai decrementi di valore ammortizzabile.

Minusvalenze: importo storico relativo alle minusvalenze.

Plusvalenze: importo storico relativo alle plusvalenze.

Vendita: importo storico relativo alle vendite.

 

 

Manutenzione movimenti cespiti

Le operazioni di manutenzione sui movimenti relativi ai beni ammortizzabili sono le seguenti:

 

·         Non modificabili: attiva il flag Convalidato presente nella riga di ogni movimento rendendo impossibile qualsiasi modifica manuale o rigenerazione automatica dei movimenti di ammortamento e permettendo la contabilizzazione della registrazione in prima nota.

·         Modificabili: disattiva il flag Convalidato di cui sopra riportando alla situazione iniziale.

·         Marca come ESTINTO: assegna la caratteristica di Estinto per i beni non più utilizzati, corrispondenti a tutti quei cespiti con valore residuo di ammortamento uguale a 0 (zero).

·         Marca come CEDUTO: assegna la caratteristica di Ceduto per i beni ceduti a terzi e quindi non più utilizzati. Vengono considerati solamente i cespiti con un movimento di vendita totale registrato con casuale VENDTOTALE e movimento convalidato (flag convalidato).

·         Azzera: elimina i movimenti generati automaticamente o inseriti manualmente relativi all’anno di competenza selezionato che sono stati marcati come Non modificabili.

·         Aggiorna storico: aggiorna i valori di storico del cespite ottenuti dalla somma dei valori dei vari movimenti fino all’anno di competenza indicato (compreso).

·         Data storico: data di riferimento che viene indicata nello storico.

 

Genera ammortamento

Questa applicazione esegue il calcolo automatico delle quote di ammortamento in base allo stato del cespite ed alle informazioni impostate in anagrafica di ogni bene.

Vengono considerati i cespiti ancora utilizzati (non estinti), all’importo ammortizzabile viene applicato il coefficiente di ammortamento specificato in anagrafica; se la quota così ottenuta è inferiore al residuo ammortizzabile viene applicata interamente altrimenti viene considerato solo il residuo.

L’elaborazione comporta la generazione di una/due righe di movimento nell’anagrafica del cespite e l’aggiornamento dei relativi valori.

 

Data cespite: data di creazione del movimento.

Competenza: anno di competenza del movimento.

Data inizio/Data fine: data di inizio e fine selezione. Per il calcolo della quota di ammortamento infrannuale vengono considerati i giorni da Data inizio a Data fine: valore ammortizzabile / giorni dell'anno X giorni del periodo selezionato.

Da Cod.cespite/A Cod.cespite: codice cespite di inizio e fine selezione.

Categorie: categorie di appartenenza dei beni da ammortizzare.

Tipo ammortamento: elenco dei tipi di ammortamento da generare.

 

Contabilizzazione cespiti

Permette la generazione delle registrazioni contabili relative ai movimenti di ammortamento. I movimenti vengono generati tenendo conto di quanto specificato nella tabella Collegamento cespiti/contabilità. Per ogni movimento di prima nota nel campo Des. aggiun. viene riportato il codice del cespite di riferimento.

E’ possibile apportare delle modifiche agli articoli di prima nota generati: tali variazioni non saranno però riportate nella gestione dei cespiti.

L'eventuale cancellazione di Prima nota non comporta il ripristino della data e del numero di registrazione in anagrafica cespite.

 

Ignora rif. esistenti: se attivato tale flag consente di contabilizzare una seconda volta i movimenti eventualmente già registrati in prima nota, senza alcun controllo.

 

 

Coefficienti di ammortamento

Questa tabella permette la memorizzazione dei coefficienti di ammortamento dei beni secondo la classificazione fiscale stabilita con decreto dal Ministro delle finanze.

Specie: codifica interna del bene.

Descrizione: descrizione estesa della specie.

Coeff.amm.: coefficiente di ammortamento ordinario applicabile per quella specie di bene.

Codifica: codifica di suddivisione del cespite stabilita dalle disposizioni ministeriali che sarà utilizzata nelle stampe.

 

Causali di ammortamento

Le causali di ammortamento consistono in operazioni eseguibili sui cespiti. Ogni causale può essere utilizzata più volte per lo stesso bene nell’arco dello stesso anno, tranne che per la causale di Vendita totale (1 sola volta) e per le causali riguardanti gli ammortamenti: Anticipato, Ordinario, Ridotto (1 sola vola per ogni anno).

Caus.amm.: sigla causale di ammortamento.

Descrizione: descrizione estesa della causale di ammortamento.

Segno: segno dell’operazione.

Tipo variaz.: tipo di operazione da eseguire. Deve essere una di quelle indicate nella list box: Ammortamento ordinario, Ammortamento anticipato, Ammortamento ridotto, Ammortamento accelerato, Ammortamento per minor utilizzo, Rettifica ordinario, Rettifica anticipato, Rettifica ridotto, Valore ammortizzabile, Valenza, Valutazioni e Vendita. Le causali di tipo rettifica devono essere utilizzate per stornare gli importi dei fondi nei casi di vendita totale o parziale dei beni.


 

Categorie di ammortamento

Le categorie di ammortamento rappresentano un ulteriore raggruppamento dei cespiti in relazione alle loro tipologie. Attraverso questo profilo si possono riunire beni ammortizzabili con caratteristiche di ammortamento simili. Ad esempio, è possibile raggruppare nella categoria Macchinari tutti i macchinari utilizzati dall’azienda ed inseriti ognuno con una propria anagrafica e propri coefficienti di ammortamento; in questo modo l’utente avrà l’opportunità di gestire determinate operazioni solamente per certi gruppi di beni e potrà effettuare il calcolo degli ammortamenti unicamente della categoria dei Macchinari oppure eseguire delle stampe con tale selezione.

 

Categ.amm./ Descrizione: sigla e descrizione estesa della categoria di appartenenza del cespite.

Immat.: flag che indica se il bene è di tipo immateriale.

Specie: codifica interna del bene.

Coeff.amm.: percentuale di ammortamento del bene (coefficiente ordinario).

% aum.ant.: percentuale di aumento da applicare al coefficiente ordinario in caso di ammortamento anticipato.

% riduz. 1anno: percentuale di riduzione per il calcolo ammortamento del primo anno da applicare al coefficiente ordinario.

% ridotto: percentuale di riduzione da applicare al coefficiente ordinario di ammortamento in caso di ammortamento ridotto.

Max antic.: indicare il numero massimo di anni a cui è applicabile l’ammortamento anticipato.

 

Collegamento cespiti a contabilità

La compilazione di questo profilo permette di effettuare la contabilizzazione dei movimenti di ammortamento presenti in anagrafica cespite.

Viene eseguita una associazione per ogni categoria di bene ammortizzabile, tipologia di ammortamento e causale di prima nota.

In questo modo vengono generate automaticamente le registrazioni contabili relative agli ammortamenti di fine anno con causali diverse a seconda del genere di cespite e del tipo di ammortamento.

 

Se l’utente lo ritiene utile è possibile dettagliare ulteriormente la configurazione che permette di contabilizzare il movimento di ammortamento indicando anche il codice del cespite di riferimento. Se il codice del cespite è significativo, i conti collegati verranno utilizzati durante la fase di contabilizzazione per quel preciso bene ammortizzabile, altrimenti verranno utilizzati i conti generici corrispondenti alle righe con cespite nullo.

 

E’ necessario inserire, sia nel caso di conti generici che specifici per ogni cespite, tre conti di contropartita con il seguente ordine:

 

·         conto al quale assegnare il totale del valore calcolato;

·         conto relativo al valore deducibile;

·         conto concernente il valore non deducibile.

 

Questa configurazione evita la creazione di sbilanci di prima nota nel caso in cui si contabilizzi un movimento di ammortamento relativo ad un bene parzialmente deducibile (Cfr. Anagrafica cespite: % ded. Fiscale diversa da 100).

 

Nell’ipotesi in cui tutti i cespiti ammortizzabili siano totalmente deducibili sono sufficienti le prime due contropartite.

 

Esempio collegamento cespiti a contabilità della categoria AUTOMEZZI:

Riga

Segno

Conto

Descrizione

Cod. Cespite

1

D

22.01.10.02.00008

Automobile A150X

A150X

2

A

02.02.04.02.00003

Fondo amm. Auto A150X

A150X

3

A

02.02.04.02.00004

Amm.auto A150X non deducibile

A150X

4

D

22.01.10.02.00009

Furgone F005B

F005B

5

A

02.02.04.02.00005

Fondo amm. Furgone F005B

F005B

6

A

02.02.04.02.00006

Amm. Furgone F005B non deducibile

F005B

7

D

22.01.10.02.00010

Autovetture

 

8

A

02.02.04.02.00008

Fondo amm. autovetture

 

9

A

02.02.04.02.00009

Amm.autovetture non deducibile

 

Per gli automezzi A150X ed F005B verranno utilizzati i conti specifici, per tutti gli altri cespiti appartenenti alla stessa categoria vengono utilizzati i conti delle righe 7 – 8 – 9.