Argomenti più utili Fattura Elettronica Split Payment Reverse Charge Dichiarazione Intento Comunicazione fatture - Spesometro Anagrafica Articoli Anagrafica Clienti Fornitori Flusso Documenti Operazioni Su Documenti Note Documenti Storico Condizioni Vendita Acquisto Allegati Digitali Schedulazione Processi Configurazione Agenti Generazione Listino E Specializzazioni Struttura Listini Struttura Listini Fornitori Struttura Listini Interni Struttura Promozioni Omaggi Prima Nota Comunicazioni Importazione Anagrafiche Excel Importazione Documenti Excel Rifatturazione Documenti Varianti Articolo Condizioni Pagamento Trend Di Magazzino Altri argomenti Addebito Spese Bollo Allineamento Dati Clienti Anagrafica Personale Anagrafiche Aperture Chiusure Contabili Aperture Magazzino Articolo62 Assegnazione Piano Conti Associazione Nuovi Report Attributi Aggiuntivi Tabelle Banche Black List2013 Catalogo Stampe Cespiti Chiusura Documenti Compensazioni Partite C O N A I Configurazione Agenti Portale Configurazione Documenti Configurazione Posizioni Finanziarie Configurazione Prezzi Configurazione Sconti Configurazione Utenti Interni Consulta Modifica Listini Contabilizzazione Documenti Contabilizzazione Incassi Pagamenti Contratti Acquisto Contratti Provvigione Contratti Vendita Controllo Totalizzatori Contro Partite Copia Documenti Crea E Registra Fatture Fornitore Data Condizioni Di Vendita Data Consegna Data Spedizione Data Inizio Fine Uso Anagrafiche Distinta Banca Documenti I Prezzi V A Inclusa Documenti Ricorsivi Ecommerce Esportazione Importazione Provvigioni Etichette G S1128 Fido Formati Numerici Generazione assortimenti Generazione Listini Fornitori Generazione Listini Interni Generazione Scadenze Google Calendar Importazione Listini Excel Importazione Prima Nota Import Export Articoli Cliente Excel Incassi Pagamenti Inserimento Guidato Prima Nota Inserimento Multiplo Scadenze Fornitori Insoluti I N T R A S T A T Inventario P D A I V A Sospensione Kit Lavori Lifo Fifo Liquidazione I V A Listini In Valuta Manutenzione Agenti In Anagrafica Clienti Manutenzione Agenti Su Documenti Manutenzione Scadenze Modifica Codice Piano Conti Monitoraggio Validazione Spedizioni Movimenti Associati Nazioni Nota Accredito Finanziaria Note Clienti Packing Pallettizzazione Partite Per Iniziare G L180 Business Piano Dei Conti Predefiniti Premi Fine Anno Procedure Su Dettaglio Listini Profili Creazione Documenti Condizioni Vendita Proposta Provvigione Agente Protocolli Quick Pay Raggruppamenti Fatturazione Ragg Statistici Clienti Redditività Registra Incassi Pagamenti Registra Incassi Pagamenti Combinati Ricalcola Condizioni Di Vendita Rinnovo Listini Ritenute Acconto Sales Force Sales Force Sede Scadenze Manuali Scala Sconti Combinata S S C Scheda Cliente Sostituzione Componenti Distinta Base Spedizioni Spese Trasporto Spesometro Spesometro2012 Spesometro2013 Stampa Anomalie Provvigioni Stampa Clienti Assegnati Ad Agenti Stampa Configurazione Listini Stampa Definitiva Documenti Stampa Differenze Clienti Stampa Disponibilita Stampa Elenco Clienti Agenti Stato Documenti Totali Documenti Generatori Trasferimento Merce

Anagrafica Clienti

La prima informazione richiesta durante l’input di un cliente consiste nell’indicare la nazione di appartenenza, in base a tale dato viene proposto il modello di appartenenza.

Questo consente di velocizzare le operazioni di caricamento anagrafiche copiando nella nuova anagrafica i dati contenuti nel modello.

I modelli standard proposti per l’input clienti sono:

·         Modello Cliente Italia;

·         Modello Pubblica amministrazione/Fattura elettronica+Split payment;

·         Modello Cliente CEE;

·         Modello Cliente Extra CEE.

 

Creazione cliente:

 

L’inserimento di un nuovo cliente è guidato dalla procedura di caricamento ed implica l’immissione automatica dell’indirizzo Residenza-Sede e del responsabile di tipo Azienda che vengono comunque inseriti, (vuoti) anche se non compilati dall’utente. Le uniche informazioni che obbligatoriamente devono essere caricate sono: Ragione sociale e Pagamento.

 

Durante l’input di Partita IVA e Codice Fiscale vengono applicate le verifiche di correttezza dei dati e i controlli di univocità. In questo ultimo caso viene visualizzato un elenco contenente i riferimenti nei quali è già presente il dato.

 

E’ necessario tenere presente che l’utilizzo di caratteri particolari (ad esempio lettere accentate, °, ç, *, ecc.) su indirizzo o ragione sociale potrebbero creare problemi nell’operazione di validazione per la creazione del file per la distinta bancaria.

 

Nel nuovo cliente vengono copiati tutti i dati presenti nel modello tranne:

·         Banche;

·         Note documenti;

·         Raggruppamenti fatturazione;

·         Dettaglio CONAI;

·         Note.

 

note particolari: La proposta del modello ha come discriminante la nazione di appartenenza della ditta e il flag Regime fiscale CEE.

·         Nazione selezionata = nazione ditta. Vengono proposti i modelli con la stessa nazione.

·         Nazione selezionata diversa da nazione ditta e flag Regime fiscale CEE attivo nella tabella nazioni. Vengono proposti i modelli di clienti appartenenti a nazioni CEE.

·         Nazione selezionata diversa da nazione ditta e flag Regime fiscale CEE non attivo nella tabella nazioni. Vengono resi disponibili i modelli di clienti appartenenti a nazioni Extra CEE.

altre note particolari:

E’ possibile definire dei modelli diversi da quelli proposti ad es. Azienda, Privato, Ente pubblico ecc.

 

ASSEGNAZIONE CODICE CLIENTE

Il codice, numerico e sequenziale, del cliente viene assegnato automaticamente dalla funzione di inserimento. Il progressivo viene letto dalla tabella Numerazioni, Nominativi e non può essere scelto dall’utente.

E’ possibile utilizzare codici disponibili e non superiori al numero proposto; ad es. per recuperare codici cancellati. Il numero massimo di cifre per l’inserimento del cliente nel piano dei conti è pari a cinque.

 

 

 

 

 


 

Struttura dati Anagrafica Cliente

La struttura di seguito riportata evidenzia come alcune informazioni memorizzate in anagrafica cliente possano contenere più dati dello stesso tipo.

Ad esempio per ogni cliente è possibile memorizzare N indirizzi e, per ogni indirizzo N Contatti; allo stesso modo è ipotizzabile inserire N agenti oppure N destinazioni.

 

 

La definizione e l’utilizzo dei dati presenti in anagrafica cliente, solo per semplicità di esposizione, è stata suddivisa per gruppo di informazione.

 

Indirizzi

Come detto in precedenza, l’inserimento di un cliente (fornitore, agente, vettore, nome) comporta automaticamente l’inserimento dell’indirizzo Residenza-Sede e del contatto Azienda. Nel caso in cui i dati non vengano completati dall’utente, l’indirizzo viene caricato vuoto e non è eliminabile.

Un altro indirizzo che non è possibile cancellare è l’indirizzo “Fiscale” che è selezionabile dalla lista degli indirizzi precaricati nella versione standard.

 

Ogni anagrafica può avere memorizzati vari indirizzi da utilizzare poi nella gestione dei documenti. Salvo diversa indicazione, nella gestione dei documenti viene sempre proposto l’indirizzo Residenza-Sede.

 

Indirizzi relativi a clienti o fornitori con nazione diversa da Italia non hanno come descrizione dei campi le classiche definizioni “Via, Comune, Località” ecc.; per tali anagrafiche vengono indicate delle descrizioni generiche “Indirizzo riga1”, “indirizzo riga2” ecc. dove l’utente può inserire i dati nella sequenza e nel modo che ritiene più opportuno.

 

La tabella Tipologie di indirizzo consente di memorizzare altri tipi di indirizzo.


 

Contatti                                                                                                                               

I Contatti sono dei riferimenti di persone/responsabili che vengono associati ad ogni singolo indirizzo. Ogni anagrafica può avere diversi indirizzi con diversi responsabili per ogni tipologia.

 

 

Le informazioni contenute nei Contatti vengono utilizzate nei documenti e nella gestione delle comunicazioni.

 

note particolari: il flag abilita email permette, se attivo, di utilizzare l’indirizzo email per l’invio dei documento in formato digitale.

 

Pagamento

Pagamento: tipo di pagamento da associare al cliente. E’ possibile collegare delle condizioni di pagamento specifiche per ogni cliente e prioritarie rispetto a quelle definite nella causale. (Vedi anche CondizioniPagamento)

 

Banca preferenziale

Indicare la banca preferenziale della ditta: viene caricata la banca assegnata nel modello di partenza che è modificabile dall’utente.

 

Banche del cliente

Ogni cliente può avere memorizzate più banche, l’utente ha la facoltà contrassegnarne una come banca preferenziale e/o di scegliere di volta in volta la banca più conveniente per un certo tipo di operazione. L’input del codice iban comporta l’assegnazione automatica del codice ABI-CAB della banca e del numero di Conto corrente; nel caso in cui non si disponga del codice iban è necessario inserire almeno il codice ABI-CAB e il numero di Conto corrente.

(Vedi anche GestioneBanche)

 

Banca preferenziale ditta e Banca preferenziale del cliente vengono proposte in input documenti, prima nota e partite.

Informazioni Amministrative

Tipo cpart.: tipologia di contropartita da utilizzare per la contabilizzazione dei documenti.

 

Contropartita: codice della contropartita contabile che sarà proposto durante l’inserimento dei movimenti contabili effettuati con il cliente/fornitore. Tale codice ha la precedenza rispetto a quello memorizzato nella causale di prima nota utilizzata per la  registrazione. (Vedi anche GestioneControPartite)

 

Riferimento al piano dei conti: codice di appartenenza al piano dei conti. Viene assegnato il conto presente nel modello e non è modificabile. Nel caso in cui nel modello non sia stato memorizzato alcun conto utilizzare eventualmente la funzione Associa clienti al piano dei conti.

attenzionei: nel una volta collegato il cliente al conto di appartenenza del piano dei conti ed effettuati dei movimenti contabili non è più possibile variare tale associazione.

 

Modalità Iva: può essere Normale, Split payment, Reverse charge. Determina la proposta delle causali IVA in fase di inserimento documenti.

Sigla IVA: è la sigla della causale IVA abituale del cliente. E' proposta nella gestione Documenti e nella gestione di Prima nota: è consigliabile indicare la causale solo in caso di articoli di esenzione o non imponibilità IVA.

Dt.esenz.IVA / N. esenzione IVA: data e numero di esenzione IVA.

IVA sosp.: determina o meno la gestione dell’IVA in sospensione per le fatture emesse relative al cliente. (Vedi anche IVASospensione)

No comunicazione IVA: l’attivazione del flag consente di escludere l’anagrafica dagli elenchi dello spesometro anche se la causale di prima nota lo prevede.

INTRASTAT: flag che consente di abilitare la richiesta delle informazioni per la compilazione dei modelli INTRA1 e INTRA2.

Documenti

Valuta: è la sigla valuta abitualmente utilizzata da quel cliente. Proposta nella gestione Documenti, Prima nota e Scadenzario.

Ragg. Evasione: è il tipo di raggruppamento per l’evasione dei documenti.

Lingua: lingua di stampa dei documenti.

Sg.sp.trasp: sigla per la gestione delle spese di trasporto.

Zona: descrizione della zona di appartenenza.

Importo minimo: è l’importo di acquisto minimo richiesto per un Ordine/Offerta cliente. (Vedi anche SalesForceSede)

Tipo data consegna: modalità di consegna della merce. Può essere: Nessuno, Entro il, Tassativa.

Tipo omaggio: tipologia di gestione degli omaggi. (Vedi anche GestioneOmaggi)

Scad. Minima lotti:

Check fido: tipo di controllo del fido e dei blocchi la gestione degli insoluti. (Vedi anche GestioneFido)

Addeb.bolli: se il flag è attivo vengono addebitate al cliente le spese di bollo per l'IVA esente. (Vedi anche AddebitoSpeseBollo)

Tipo postaliz. doc.:  specifica il tipo di postalizzazione ovvero se oltre all’invio dell’email, è necessario anche stampare o creare il pdf del documento; questo consente ad esempio, di inviare con email la fattura ai clienti che lo richiedono e spedire il cartaceo con posta tradizionale ai clienti che non hanno attivato questo servizio.

Profilo postaliz.: profilo per la gestione della “postalizzazione raggruppata (Vedi anche PostalizzazioneRaggruppata).

No allegato dig.: non viene generato l’allegato digitale dei documenti emessi.

Invio automatico: in caso di postalizzazione dei documenti digitali durante la Fatturazione incrementale, vengono spediti solo i documenti dei clienti con attivo questo flag.

Codice ufficio e Fatt. elettronica: Vedi FatturaElettronicaSplitPayment.

 

Flusso documentale

(Vedi ProfiliCreazioneDocumentiCondizioniVendita)

Note per documenti

(Vedi anche NoteDocumenti)

Mod. trasp.: selezionare una delle modalità di trasporto presenti in tabella qualora si preveda la gestione dei movimenti INTRASTAT.

A cura: indicare, se conosciuto, chi eseguirà abitualmente il trasporto per quel cliente (mittente, destinatario, vettore).

Resa: riguarda le modalità di consegna della merce del cliente che si sta trattando. Deve essere una di quelle presenti nell'apposita tabella.

Causale: causale per il trasporto di merci.

Co.Na.I.: l'attivazione del flag indica che il cliente è soggetto a Co.Na.I.. Il cliente può essere soggetto Co.Na.I ma non avere esenzioni. In questo caso è sufficiente attivare il solo flag Co.Na.I. senza inserire righe relative al materiale.

(Vedi anche CONAI)

Agenti

(Vedi anche ConfigurazioneAgenti e PropostaProvvigioneAgente)


 

Listini e contratti

Listini

Cod. listino: listino prezzi.

Nuovo listino - Inizio nuovo listino: nuovo listino prezzi e data inizio nuovo listino prezzi.

Cod. sconto: listino sconti.

Categoria: categoria di appartenenza del Cliente (es. grossisti, dettaglianti, ecc.).

 

Proposte listini

Le informazioni utilizzate nella gestione documenti relative a Prezzi, Sconti, Provvigioni e Categorie possono essere prelevate da:

·         Intestatario documento;

·         Destinatario documento;

·         Destinatario merce.

 

L’utilizzo di tali proposte va combinato con la configurazione delle relative costanti.

 

Nel database standard le costanti sono state configurate per il “Calcolo delle condizioni di vendita”.

(Vedi anche ConfigurazionePrezzi, ConfigurazioneSconti, ConfigurazioneAgenti)

 

Contratti

Cod. contratto: codice contratto.

Nuovo contratto - Inizio nuovo contratto: nuovo contratto e data inizio nuovo contratto.

Rif. Contratto: descrizione riferimento contratto.

 

Controllo congruenze

Liv. Controllo Prezzi/Sconti: tipo di controllo di prezzo e sconti da eseguire durante l’inserimento righe articoli nei documenti. La verifica prevede una segnalazione in caso di assegnazione di prezzo/sconti da una tipologia listino diversa da quella di controllo.

 

Esempio:

Livello controllo Cliente

Tipologia Listino

Segnalazione

Nessuno

Specializzazione Prezzi

-

Base

Specializzazione Prezzi

Si

Categoria

Specializzazione Prezzi

Si

Cliente

Specializzazione Prezzi

-

Base

Specializzazione Categoria

Si

Categoria

Specializzazione Categoria

-

Cliente

Specializzazione Categoria

Si

Base

Listino Riferimento

-

Categoria

Listino Riferimento

Si

Cliente

Listino Riferimento

Si

 


 

Destinazioni e Vettori

Destinazioni

Le tipologie di destinazione per documento: Documento; Merce; Indirizzo intestatario; Indirizzo effetti.

Il campo Sequenza permette di definire l’ordinamento di presentazione e/o di inserimento nei documenti.

 

Vettori

Ogni cliente può avere uno o più vettori. Nel caso in cui la consegna merce al cliente debba essere eseguita da più corrieri, è necessario indicare il luogo carico di ognuno.

Ad esempio il primo vettore preleva la merce dalla sede aziendale e la conduce in un centro di smistamento dal quale viene poi prelevata da un secondo vettore che la consegna al destinatario finale.

Nome e luogo di carico devono essere già caricati nell’archivio nomi; nell’esempio di cui sopra deve essere indicata la ragione sociale del centro di smistamento e relativo indirizzo.

 

 

GDO – Grande Distribuzione Organizzata

Des rifatturazione: tipologia di file da creare per l’invio dei documenti al cliente. (Vedi anche RifatturazioneDocumenti)

Nome file rifatturazione: descrizione del prefisso relativo al nome che deve assumere il file di rifatturazione. Se non indicato viene assegnato il nome del codice di raggruppamento di fatturazione.

Riferimento cliente: codice dell’azienda presso il cliente.

Tipo Cliente: Nessuno, Codice fatturazione, Destinazione, Indipendente.

Codice fatturazione: il campo viene attivato solo se il tipo di cliente è Destinazione. Indicare il codice del cliente che dovrà essere assegnato come intestatario dei documenti relativi a questa destinazione merce.

Raggruppamenti fatturazione (Vedi anche RaggruppamentiFatturazione)

Note Cliente: (Vedi NoteClienti).

Tutela della privacy: contiene data e riferimenti della privacy.

Data inizio /fine uso: data di inizio e fine utilizzo del codice cliente. Controllo eseguito durante la ricerca del cliente.

Modello: definisce il cliente come modello da proporre nell’elenco dei prototipi utilizzabili per l’inserimento.

Modello salesforce: definisce il cliente come modello per l’invio dell’anagrafica agli agenti. (Vedi SalesForceSede)

Sc. Finanziario %: percentuale sconto finanziario.

Nuovo Sc. fin.% - Inizio nuovo Sc. Fin.: nuova percentuale per sconto finanziario e data di inizio.  (Vedi NotaAccreditoFinanziaria)

Periodicità / Data prima spedizione: informazione non gestita.

Raggr. Statistici

I Raggruppamenti Statistici sono campi generici da utilizzare per personalizzare elaborazioni statistiche.

(Vedi anche RaggStatisticiClienti)

 

Anagrafica Fornitori

Input, gestione e variazione delle informazioni relative all’anagrafica fornitori è uguale a quella dei clienti.

Di seguito vengono riportati solo i campi presenti unicamente in anagrafica fornitori.

 

Sg. IVA plaf.: sigla IVA utilizzata per il calcolo del plafond.

Tipo di plafond: può essere Nessuno, Italia oppure Estero.

Doc. Plafond: dichiarazione di utilizzo del plafond.

Descr. Rit. Acc.: ritenuta acconto alla quale sono assoggettate le fatture ricevute dal fornitore/professionista.

Cod. tributo: codice tributo relativo al tipo di ritenuta del professionista da indicare nel versamento.